Sta per partire dalla banchina di Ansaldo Energia a Genova Cornigliano la turbina a gas ad alta efficienza GT36 di Classe H, ribattezzata Monte Bianco, prodotta nello stabilimento genovese di Ansaldo Energia per la centrale termoelettrica Edison di porto Marghera.

La turbina, considerata la più potente mai realizzata in Italia, è stata interamente prodotta a Genova e da Genova sta per salpare sulla nave Happy River dell’armatore olandese BigLift Shipping. Dotata di due gru per il sollevamento da 400 tonnellate, l’imbarcazione impiegherà circa tre giorni di navigazione per raggiungere il porto veneto, dove sarà scaricata con il supporto logistico della Fagioli spa, che si è occupata anche del trasporto dallo stabilimento di Campi alla banchina nelle aree ex Ilva di Cornigliano. Le operazioni di imbarco sono iniziate ieri mattina: a essere imbarcato per primo sulla Happy River, il diffusore da 110 tonnellate, mentre questa mattina, è iniziata l’operazione più complessa dell’imbarco della turbina da 580 tonnellate per una lunghezza di 13,5 metri.

La nuova turbina alimenterà il nuovo ciclo combinato Edison a Marghera Levante, che sarà l’impianto termoelettrico più efficiente d’Europa, avrà una potenza elettrica complessiva di 780 MW e un rendimento energetico pari al 63%, il più alto reso disponibile oggi dalla tecnologia. Questo si traduce in un abbattimento delle emissioni specifiche di CO2 del 40% rispetto alla media dell’attuale parco termoelettrico italiano e di quelle di ossidi di azoto (Nox) di oltre il 70%. L’impianto entrerà in esercizio nel 2022.

«Ci riempie di orgoglio poter collaborare con Ansaldo Energia nel performare il viaggio di questo prodotto così significativo per l’intero Paese e con Fagioli, società di engineering leader nei trasporti, movimentazioni speciali, sollevamenti e spedizioni, che ha deciso di assegnare a noi il trasporto via mare di questa importante unità», afferma Maurizio Gozzi, titolare di HB Shipping.

«Abbiamo un molo dedicato e l’accesso al mare a due passi da Ansaldo Energia che rappresenta un fiore all’occhiello dell’industria nazionale e internazionale – dice il sindaco Marco Bucci – Genova, in una giornata come oggi, dimostra una volta di più di essere all’avanguardia nel sistema logistico-portuale di cui siamo molto orgogliosi a cui si associano realtà industriali che sviluppano prodotti ad altissima qualità, nell’industria 4.0: questa è la linea di business per il futuro per i prossimi dieci anni almeno. Anche in emergenza Covid, Genova dimostra di continuare a spingere sull’acceleratore dello sviluppo e non tirare il freno a mano».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.