Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno scritto al presidente dell’autorità portuale del mar Ligure Occidentale per esprimere preoccupazione rispetto ai conti della Culmv Paride Batini, in particolare in riferimento alla chiusura del bilancio 2019 (autorizzata ex art.17 l.84/94).

“Tale situazione si protrae da troppo tempo – si legge nella nota firmata da Enrico Poggi ed Enrico Ascheri della Fit Cgil, Mauro Scognamillo e Massimo Rossi della Fit Cisl, Roberto Gulli e Duilio Falvo Uiltrasporti – Dall’ultimo incontro, avvenuto ormai settimane fa, nulla è cambiato: l’adeguamento tariffario sul lavorato 2019 non è ancora stato versato dai terminalisti e le casse piangono”.

A Filt Cgil Fit Cisl e Uiltrasporti risulta, inoltre, che gli strumenti finanziari partecipativi non saranno erogati nella loro interezza.

“Non volendo entrare in potenziali accordi commerciali che la Culmv può predisporre con la committenza, non possiamo far altro che segnalare che, stante  la situazione di non chiusura del bilancio 2019, si mette in seria discussione la continuità aziendale nello scalo di Genova – spiegano i segretari – A rischio ci saranno centinaia di posti di lavoro, ma non siamo disposti ad accettare passivamente la situazione”.

Se nel giro di pochi giorni le OO.SS non dovessero riscontrare passi avanti, significativi per una risoluzione che preveda la continuità aziendale della Culmv, “Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti si vedranno costrette ad attivare tutte le misure di legge e del ccnl atte alla salvaguardia delle mille famiglie dei soci della Compagnia Unica”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.