Risultato netto adjusted pari a 79 milioni di euro, ricavi adjusted a 721 milioni di euro. Così Erg chiude i primi nove mesi del 2020: i risultati economico-finanziari della società sono stati approvati ieri dal consiglio di amministrazione.

Nei primi nove mesi dell’anno, il risultato netto adjusted risulta in miglioramento rispetto ai 75 milioni registrati nei primi 9 mesi 2019. I ricavi adjusted toccano quota 721 milioni, in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (762 milioni), principalmente a seguito delle minori produzioni dell’eolico e dell’idroelettrico in Italia, fa sapere l’azienda in una nota.

In calo il margine operativo lordo: il mol di gruppo si attesta a 362 milioni di euro dai 380 milioni nei primi 9 mesi 2019.

Nel solo terzo trimestre Erg ha evidenziato un risultato netto di gruppo adjusted di 9 milioni (7 milioni nel terzo trimestre 2019) e un mol pari a 99 milioni, dai 107 milioni nel terzo trimestre 2019.

Nella nota stampa, Erg conferma la previsione sui conti 2020 che accreditano a fine anno un mol compreso in un intervallo tra 480 e 500 milioni di euro, investimenti tra 150-180 milioni, e indebitamento finanziario netto tra i 1,35 e i 1,43 miliardi di euro.

Per Luca Bettonte, ad di Erg, «in un contesto di mercato ancora penalizzato dagli effetti del Covid-19, i risultati operativi del trimestre registrano una contenuta flessione, mentre l’utile netto è in crescita, grazie anche al minor costo del debito a seguito dell’emissione di Green Bond e delle contestuali operazioni di liability management. Il margine operativo lordo sconta nel confronto con lo scorso anno un effetto perimetro negativo dovuto al pieno consolidamento dei parchi eolici acquisiti in Germania nel terzo trimestre 2019, e il venire meno della produzione di certificati bianchi di uno dei due moduli del Ccgt. Al netto di tali effetti i risultati del trimestre sarebbero stati sostanzialmente in linea col 2019, grazie al maggior contributo di eolico e solare in Italia e nonostante l’idroelettrico in calo per la perdurante scarsa piovosità in Centro Italia. Significativo il contributo delle coperture effettuate sullo scenario prezzi. Stante i risultati del trimestre e il positivo andamento registrato a ottobre confermiamo le nostre guidance, mentre aumentiamo la nostra capacità di sviluppo all’estero e registriamo con soddisfazione la positiva evoluzione della normativa sul repowering in Italia».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.