Leonardo si posiziona al primo posto del settore Aerospace & Defence nei Dow Jones Sustainability Indices (Djsi), confermando la propria leadership per il secondo anno consecutivo. Un risultato che testimonia come la sostenibilità sia parte integrante e guida della strategia di Leonardo, della governance e della sua visione al 2030.

«Essere riconosciuti leader del settore all’interno dei Djsi – commenta l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo – è per noi una ulteriore conferma che il percorso intrapreso è quello giusto. Ci impegniamo per contribuire a un progresso sostenibile in un mondo più sicuro. Una ambizione che è alla base di Be Tomorrow-Leonardo 2030, il piano strategico di lungo termine che punta sull’innovazione tecnologica e sulla valorizzazione delle competenze per sviluppare nuove opportunità di business e accelerare nella direzione dei Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite. Mai come in questo momento la sostenibilità economica, sociale e ambientale è al centro del dibattito internazionale e sempre più condivisa è la convinzione che la sostenibilità crei valore e attivi risorse».

Per il presidente di Leonardo, Luciano Carta, «siamo orgogliosi del riconoscimento ottenuto, che si aggiunge alla recente nomina di Leonardo a Global Compact Lead delle Nazioni Unite, confermando il nostro ruolo di primo piano e il nostro impegno a livello globale in materia di sostenibilità. Un riconoscimento frutto di una governance sempre più orientata al successo sostenibile e alla creazione di valore a lungo termine».

Un impegno nel Global Compact che Leonardo ha rafforzato anche entrando a far parte della cfo taskforce per la finanza sostenibile, istituita a fine 2019. Grazie all’impegno della taskforce e alla firma dei cfo Principles for Integrated Sdg Investments and Finance, Leonardo contribuirà alla creazione di un modello finanziario sostenibile per la prosperità di aziende e comunità.

Questi alcuni dei dati, relativi all’esercizio 2019, che testimoniano l’impegno di Leonardo.

Per la prosperità e l’innovazione:
• 1,5 miliardi di euro spesi per la Ricerca e Sviluppo
• 9.000 persone impegnate in attività di Ricerca e Sviluppo
• Oltre 8.000 fornitori, di cui la maggior parte piccole e medie imprese ad alta specializzazione, e 81% degli acquisti nei quattro mercati domestici
• 90 Università e centri di ricerca con cui sono in corso collaborazioni e partnership

Per la sicurezza:
• Protezione da attacchi informatici di 75 siti NATO in 29 Paesi
• Circa 300 aeroporti utilizzano i sistemi di Leonardo per il controllo del traffico aereo
• Oltre 1.100 elicotteri utilizzati in missioni di ricerca e soccorso, anti-incendio e ordine
pubblico
• Circa 70.000 utenti protetti con servizi di cyber security
Per le persone e le competenze:
• Circa 2.500 iniziative di stage, apprendistato e formazione attivate dal 2017
• Oltre 5.000 assunti con meno di 30 anni nel periodo 2017-2019
• 20 ore di formazione all’anno per dipendente svolte in media nel periodo 2018-2019

Per il Pianeta:
• Oltre 1 milione di immagini catturate dalla costellazione COSMO-SkyMed dal 2008 per
l’osservazione della Terra
• 10-15% di carburante risparmiato e 20% di emissioni in meno grazie all’utilizzo della fibra di carbonio per le strutture aeronautiche
• 47.000 tonnellate di CO2 evitate nel 2019 con i sistemi virtuali per l’addestramento dei piloti di elicotteri e aerei

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.