Nuovo verde pubblico, sistemazione degli spazi e delle attrezzature per le attività ludiche e manutenzione dei percorsi con eliminazione delle barriere architettoniche. Questi i principali interventi del progetto di fattibilità tecnica ed economica approvato dalla giunta chiavarese per rendere più fruibile e sicura l’area della Spiaggetta attigua al porto turistico, per un importo complessivo di 250 mila euro.

Verranno messe a dimora numerose piante e arbusti tipici dell’habitat marino, tra cui tamerici e pini, in continuità con quanto già presente nella porzione di spiaggia adibita a ripristino ambientale, realizzata anni fa dal Comune di Chiavari, a sua volta oggetto di manutenzione.

A bordo dei percorsi, delle aree gioco e delle concessioni verrà sistemata una vegetazione autoctona ornamentale (come ad esempio ginepro, campanella delle spiagge, lavanda selvatica), mentre nella parte che insiste sotto il muro della passeggiata sarà ricreata una macchia mediterranea (corbezzolo, lentisco, ginestra di Spagna e altri). Prevista, inoltre, la rimozione delle due attuali scale metalliche e la costruzione di due nuove strutture a semicerchio, idonee ad essere utilizzate anche come gradinate: verrà anche realizzata una nuova rampa d’accesso per disabili, in linea con le attuali norme vigenti. A concludere il progetto, l’implementazione dell’illuminazione e del sistema di videosorveglianza, nuove panchine e servizi igienici pubblici, e la collocazione di tre nuove attrazioni per i bambini: un’altalena a forma di coccodrillo, una piramide di corda alta 7 metri e una carrucola.

«Le scelte progettuali puntano al raggiungimento di soluzioni non invasive, con il minimo impatto sull’ambiente e sull’intero contesto, migliorando però la vivibilità e l’utilizzo di queste aree. Il restyling che metteremo in atto si pone l’obiettivo di soddisfare, quanto più possibile, le esigenze della collettività e delle famiglie, ma anche dei ragazzi che vivono tra stabilimenti balneari, aree ludiche e attrezzi sportivi, migliorando così un servizio alla portata di tutti», afferma il primo cittadino Marco Di Capua.

Spiega l’assessore ai lavori pubblici, Massimiliano Bisso: «Il nostro obiettivo è trovare, quanto prima, il finanziamento necessario alla realizzazione dell’intervento che ci permetterà di recuperare uno spazio per la cittadinanza all’interno di un contesto destagionalizzato. Il progetto, così impostato, ne garantirà la fruizione da parte di bambini e ragazzi d’età compresa tra i 6 e i 16 anni, individuando specifiche attrazioni per una fascia d’età a cui non sono dedicate apposite attività ludiche in città».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here