Anche in Liguria Azione, fondata dall’ex ministro Carlo Calenda, dopo un anno di vita, da movimento  diventa partito e getta le basi del comitato promotore regionale, in attesa dello svolgimento del congresso fondativo del partito che si terrà non appena terminata l’emergenza sanitaria.

Il comitato di Azione Liguria è cosi costituito:

Responsabile politico regionale: Roberto Donno (nella foto). Responsabile Organizzativo: Niccolò Razza. Responsabile Enti Locali: Fabrizio Pruzzo e Martino Schivo. Responsabile Comunicazione: Marta Agazzani. Tesoriere Procuratore: Gaetano D’Elia. Coordinatori Provinciali: Angelo Gattorna (Genova), Enrico Meini (Imperia), Daniele Raimo (La Spezia), Massimiliano Carpano (Savona).

Lo scopo è quello di strutturare l’operatività regionale del partito fino al congresso. Il ruolo del comitato è quello di organizzare in maniera efficace il lavoro dei vari gruppi territoriali e tematici incentivando il coinvolgimento attivo degli iscritti al partito e la nascita di nuovi gruppi sul territorio ligure. Il comitato non sarà un gruppo chiuso ma dovrà essere visto come un’opportunità per allargare la partecipazione a tutti gli iscritti che avranno voglia di impegnarsi attivamente in questo progetto.

Nelle prossime settimane verranno strutturati i dipartimenti: organizzazione, enti locali, comunicazione e i tavoli tematici aperti alla partecipazione del territorio.

“La Liguria – si legge in un comunicato di Azione – è pronta per vivere una politica concreta, di buona gestione della cosa pubblica, di ascolto e attenzione al territorio, finalmente lontana da populismo e sovranismo, scontri ideologici e tifoserie, retorica e incompetenza”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.