Ieri sera la dichiarazione dello stato di emergenza anche per la provincia di Imperia da parte del consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte.

Lo stato di emergenza durerà 12 mesi ed è conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni 2 e 3 ottobre.

Sulla base di una valutazione preliminare dei danni e dei fabbisogni, è stato deciso un primo stanziamento di 22 milioni di euro a carico del Fondo per le emergenze nazionali, di cui 15 milioni destinati alla Regione Piemonte e 7 milioni destinati alla Regione Liguria, con riguardo ai fabbisogni relativi agli interventi di soccorso alle popolazioni e di ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di rete.

Successivamente, sulla base dell’ulteriore ricognizione delle risorse necessarie per far fronte agli interventi da parte delle Regioni, potrà essere valutata l’adozione di un’ulteriore delibera.

Il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Roberto Traversi commenta: «Un primo passo che servirà a finanziare le operazioni più urgenti di ripristino della funzionalità dei trasporti e dei collegamenti, ma presto seguiranno ulteriori risorse una volta identificati con precisione esigenze specifiche e piani di intervento dettagliati. Nel frattempo, come ha annunciato il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli, il Mit chiederà il commissariamento delle opere di ripristino e messa in sicurezza dei collegamenti fra Italia e Francia sul Colle di Tenda, in modo da coordinare con maggiore efficacia con le autorità transalpine gli interventi necessari a garantire il recupero della piena funzionalità di ferrovie e strade».

Traversi evidenzia anche che «I danni causati dal maltempo sono ingenti e solo per gli interventi più urgenti di messa in sicurezza e ripristino servirà un altro corposo stanziamento che dovrebbe essere messo a disposizione in un mese al massimo. Sono già in contatto coni vertici della Protezione Civile, con Rfi e Anas per la definizione di un quadro chiaro delle criticità su cui è più urgente intervenire, a partire dai porti per arrivare ai collegamenti con la Francia del Colle di Tenda fino alla Cuneo Ventimiglia».

Il consigliere regionale Claudio Muzio (Forza Italia) chiede che il governo riconosca al più presto anche per il Tigullio lo stato d’emergenza per i danni causati dal maltempo nei primi giorni di ottobre, stanziando adeguate risorse: «Alcuni Comuni del nostro territorio sono stati colpiti pesantemente ed è importante che vengano messi in campo nel più breve tempo possibile i fondi necessari per il ripristino e la messa in sicurezza delle situazioni di criticità e per il ristoro dei danni subiti dalle attività produttive e dai privati».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.