Da marzo a maggio 2020 i dati della Casse Edile della Spezia riportano un calo complessivo della massa salari nella provincia che si avvicina ai 330 mila euro.

«Sono numeri preoccupanti – spiega Andrea Tafaria, segretario generale Filca Cisl Liguria – prima del lockdown il settore stava cercando di ripartire ma adesso ci troviamo ancora una volta in grandissima difficoltà e la situazione è davvero difficile. La fotografia della Cassa Edile rispecchia la crisi dell’edilizia in Liguria. Non c’è solo la necessità di sbloccare le grandi opere ma confidiamo che un supporto possa arrivare anche dall’edilizia privata per dare un posto di lavoro a migliaia di lavoratori liguri che sono senza occupazione».

In particolare ad aprile c’è stato un calo dell’83%, passando dai 199.647 euro del 2019 ai 39.181 del 2020.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.