Chiusura in rialzo per le borse europee, incoraggiate anche da Wall Street, ottimista circa un accordo tra democratici e repubblicani per un nuovo piano di aiuti, e per i dati positivi sul settore servizi negli Stati Uniti.

Londra segna + 0,71%, Parigi +0,97%, Francoforte +1,10%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia all Share +0,91%, Ftse Mib +1,08% e Ftse Aim Italia +0,46%. Moderata contrazione dello spread Btp/Bund, a 131 punti (variazione -0,57%, rendimento Btp 10 anni+0,80%, rendimento Bund 10 anni-0,51%).

A Piazza Affari tonfo di di Bper (-7,38%) nel primo giorno dell’aumento di capitale da 802 milioni che si chiuderà il prossimo 23 ottobre (i diritti saranno trattabili in Borsa fino al 19 ottobre). Dopo il calo dei giorni scorsi, con il rialzo del petrolio si sono ripresi i petroliferi con Saipem +4,62% ed Eni +2,97%. Exploit di Nexi(+3,1%) nel giorno dell’annuncio delle tanto attese nozze della societa’ con Sia, per creare un polo nel settore dei pagamenti digitali con ricavi di poco inferiori a 2 miliardi.

Sul fronte dei cambi, l’euro passa di mano a 1,1783 dollari (1,1716 dollari venerdì in chiusura) e a 124,5 yen (123,408) con il dollaro che vale 105,64 yen (105,334). In netto rialzo il petrolio,: il Wti, contratto di novembre, e’ scambiato a 39,5 dollari al barile, in volata del 6,7%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.