Chiusura contrastata per le borse europee, al termine di una seduta volatile. Hanno compensato in parte i timori per i prossimi lockdown i dati sul pil nella zona euro relativi al periodo luglio-settembre rispetto al trimestre precedente (+12,7%) e i buoni risultati di alcune trimestrali. Madrid segna +0,63%, Parigi +0,54%, Londra -0,08%, Francoforte -0,36%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share +0,40%, Ftse Mib +0,40%, Ftse Aim Italia +0,56%. In calo lo spread Btp/Bund, attestato sui 132 punti (variazione -2,60%, rendimento Btp 10 anni +0,70%, rendimento Bund 10 anni -0,62%).

Ancora in calo il petrolio: il contratto sul Wti consegna dicembre perde il 2% a 35,43 dollari al barile, quello di pari scadenza sul Brent del Mare del Nord scende dello 0,6% a 37,43 dollari al barile.

A Piazza Affari, boom Saipem (+8,45%) e Tenaris (+6,37% , in ribasso Recordati (-3,97%), dopo conti trimestrali inferiori alle attese.

Sul fronte dei cambi, l’euro vale 1,1648 dollari (1,167 in avvio e 1,1658 ieri), e 121,828 yen (121,85 e 121,99). Il dollaro vale 104,582 yen (104,31 e 104,64).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.