Oltre 200 milioni di investimenti in Liguria previsti nel Piano di Sviluppo della rete elettrica di Terna, società proprietaria della rete di trasmissione nazionale italiana dell’elettricità ad alta e altissima tensione, presente nella nostra regione con più di 60 dipendenti, 2.046 km di linee elettriche e 24 stazioni.

Di queste risorse, 125 milioni sono destinati a interventi per il rinnovo e la manutenzione della rete esistente: «L’obiettivo è rendere il servizio più efficiente e sostenibile», spiega a Liguria Business Journal Francesco Bonci, responsabile della Direzione territoriale Nord Ovesta di Terna, presente oggi a Genova per la presentazione del progetto “La mia metropolitana”, di cui la società elettrica è sponsor.

Sul totale delle risorse previste nel piano, 50 milioni sono destinati al riassetto della rete elettrica a Genova: «Di questi, 25 milioni di euro sono già stati spesi − spiega Bonci − L’ultimo cantiere, lavori per 7 milioni di euro, è stato chiuso il 19 agosto scorso: si tratta del nuovo collegamento in cavo interrato tra Genova Termica a Erzelli. Tra qualche settimana apriremo un nuovo cantiere sulla dorsale Molassana-Borgoratti». Si tratta del potenziamento dell’elettrodotto a 132 kV, con interramento del tratto in ingresso a Borgoratti, che consentirà anche la demolizione di 8 sostegni posti sulla riva del torrente Sturla.

«Altri 17 milioni di euro serviranno per l’ammodernamento dell’importante stazione elettrica situata a Erzelli», aggiunge il direttore territoriale Nord Ovest.

Tra gli altri interventi portati a termine tra 2019 e 2020, il nuovo collegamento interrato 132 kV Molassana-Canevari, dopo la sostituzione del vecchio cavo in olio fluido risalente agli anni Ottanta, e il completamento di altri due elettrodotti in cavo 132 kV necessari per favorire l’incremento delle attività portuali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.