Chiusura in calo per le principali Borse europee, tranne Londra (+0,34%). Francoforte segna -1,09%, Parigi -0,69%, Madrid -0,23%, mentre Wall Street si avvia a chiudere in rosso. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share -1,01 e Ftse Mib -1,10%. In aumento lo spread Btp/Bund, attestato sui 142 punti (+2,55%). A peggiorare il sentiment degli investitori sono le continue notizie dell’estensione dell’epidemia e dei lockdown.

A Piazza Affari l’allargamento dello spread Btp/Bund ha pesato sulle banche, con Bper Banca -5,28%. Si salva Banco Bpm (+2,3%) grazie alle voci di m&a, nonostante le smentite da parte dei potenziali acquirenti, per il resto tengono i titoli-rifugio come quelli delle le società infrastrutturali (Terna, Snam, Inwit). In netto calo Saipem (-3,3%) con il deprezzamento del petrolio.

Sul mercato valutario si rafforza il dollaro: il cambio tra la divisa europea e quella Usa scende a 1,1618 (da 1,1,648 di ieri sera), mentre il dollaro/yen si attesta a 105,62 (da 105,51). In una settimana l’euro/dollaro ha perso l’1,8%. Euro/yen a 122,73 da 122,89.

Petrolio in calo sia a New York (40,08 dollari al barile per il Wti novembre) sia a Londra (41,8 dollari al barile per il Brent novembre).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.