Il nuovo crollo dei prezzi del petrolio (con il Wti di novembre a 39 dollari (-4%) e il Brent a 41 dollari (-2,9%), causato dai timori di diminuzione della domanda di energia di fronte all’espamdersi della pandemia e alla possibilità di nuovi lockdown, ha penalizzato le borse europee. Madrid segna -1,15%, Londra -0,51%, Francoforte -0,35%, Parigi -0,23%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share – 0,48%, Ftse Mib -0,52%, Ftse Aim Italia -0,19%. Poco variato lo spread btp/Bund, attestato su 139 punti (-0,93%).

A Piazza Affari sono scesi i titoli petroliferi da Saipem (-3,22%) a Tenaris (-3,21%).Giù anche Fca (-2,3%) che pagherà una multa di 9,5 milioni di dollari per chiudere l’indagine della Sec sui test delle emissioni inquinanti. Deboli i bancari.

Sul mercato valutario, l’euro recupera posizioni sul dollaro e tratta a 1,1740 (da 1,1651 lunedì in chiusura). La divisa europea è in rialzo a 123,98 yen (123,08). Dollaro/yen a 105,60 (105,60).

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.