Con la cerimonia per il taglio della lamiera, che si è svolta ieri pomeriggio ai cantieri Cimar di San Giorgio di Nogaro, è ufficialmente iniziata la costruzione della seconda delle due navi ultralusso commissionate da Seabourn a T. Mariotti. La nave gemella di Seabourn Venture, la cui consegna è prevista nel 2021, è ancora in attesa di ricevere il nome e verrà ultimata nel 2022 ed  è destinata alle crociere antartiche.

Alla cerimonia era presente Marco Ghiglione, amministratore delegato di T. Mariotti, mentre Josh Leibowitz, presidente di Seabourn, ha partecipato in live streaming dagli Stati Uniti a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria mondiale.

«Con due navi di questa classe ora in costruzione – afferma Leibowitz, presidente di Seabourn – aumenta l’attesa per crescere e affermarci nella categoria dei viaggi expedition e stabilire un nuovo standard di lusso e di avventura. Adam Tihany ha progettato un incredibile ambiente a bordo e sono sicuro che il team Mariotti riuscirà a realizzarlo in modo da lasciare un’impressione duratura in chiunque vedrà queste navi».

«Il taglio della lamiera per la seconda nave destinata alle crociere antartiche, con Seabourn Venture già in costruzione – dichiara Ghiglione – accresce l’entusiasmo per l’ormai consolidata collaborazione con Seabourn. La cerimonia è stata particolare, seguita in diretta streaming da diverse località del mondo, con un brindisi virtuale che ha ufficialmente dato il via alla costruzione della seconda nave della compagnia di Seattle. Ora più che mai, ci impegneremo a renderla straordinaria, con i più alti standard di bellezza, comfort e sicurezza. Le due navi gemelle della Seabourn, da questo momento entrambe in costruzione, possono contare sull’affiatamento delle persone di Seabourn, Carnival Corporate Shipbuilding, Tihany Design e T.Mariotti, che lavorano insieme come un unico team».

Entrambe le unità sono state progettate e verranno costruite per ambienti naturali diversi, secondo lo standard PC6 Polar Class e includeranno una varietà di hardware e tecnologie moderne che aumenteranno le capacità e il raggio di azione globale delle navi, inclusi due sottomarini costruiti su misura per offrire un’esperienza unica: vedere il mondo sotto la superficie dell’oceano.

Dotate di 24 zodiacs ciascuna, per permettere a tutti gli ospiti di uscire in escursione in una volta sola, entrambe le unità vanteranno anche 132 oceanfront veranda suites in grado di garantire la migliore ospitalità in qualunque condizione meteo la nave si trovi.

All’hospitality designer Adam Tihany è stato affidato il compito di sviluppare la visione progettuale delle aree pubbliche e di tutte le categorie di suites, oltre a quella di disegnare arredi unici ed eleganti, pensati e realizzati in esclusiva per le due navi Expedition. Una selezione di rendering e dettagli è disponibile seabournexpeditions.com.

T. Mariotti, fondata nel 1928, vanta la progettazione e costruzione di circa il 50% delle navi da crociera super lusso attualmente in servizio nel mondo, oltre alla costruzione di megayachts e supply vessels. T. Mariotti si estende su una superficie di circa 36.000 m² di cui oltre 10.000 coperti e opera 5 bacini di carenaggio, di cui il più grande ha una lunghezza pari a 267 m. T. Mariotti è parte della holding Genova Industrie Navali (Gin) che ha fondato nel 2008 insieme all’altro cantiere genovese San Giorgio del Porto.

Genova Industrie Navali (Gin), holding costituita nel 2008 dall’unione di due storici cantieri genovesi, T. Mariotti e San Giorgio del Porto, entrambi fondati nel 1928, è oggi uno dei più importanti player del settore costruzioni e riparazioni navali nell’area del Mediterraneo e fra i principali player privati della cantieristica in Italia. Grazie a un network di partecipate e partner consolidati, è in grado di operare nel segmento navi e mega yachts, dalla costruzione, alle riparazioni e refit, dalla trasformazione allo ship recycling. Genova Industrie Navali vanta importanti asset nei porti di Genova (area delle riparazioni navali, dove si estende una superficie totale di circa 53 mila metri quadrati, con 5 bacini di carenaggio), Marsiglia (3 bacini di carenaggio tra cui il bacino 10, il più grande del Mediterraneo) e Piombino (circa 100 mila metri quadrati per la realizzazione di un sito dedicato allo ship recyling e alla cantieristica).

Attualmente Seabourn gestisce una flotta di cinque navi moderne ultra-lusso ed è un membro delle World’s Leading Cruise Lines. È partner ufficiale del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO in virtù di un accordo pluriennale per contribuire a promuovere il turismo sostenibile nei siti del Patrimonio Mondiale di tutto il mondo.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.