La società in-house del Comune di Sestri Levante, Mediaterraneo Servizi, fa il punto sul nuovo sistema della sosta comunale, rinnovato a marzo con la sostituzione dei 40 parcometri presenti sul territorio cittadino con nuovi a tecnologia avanzata.

Da questo riordino del sistema, in questi primi due mesi di attivazione sono stati riscontrati diversi risultati, alcuni decisamente inaspettati considerato il periodo di difficoltà legato al Covid-19.

Commenta Marcello Massucco, amministratore unico della società comunale: «Dai dati rilevati notiamo una percentuale molto alta di transazioni cashless al parcometro, che unite alle app presenti, portano sopra il 42% il totale dei pagamenti elettronici: un dato quasi unico in Italia e in linea con le grandi città europee. La scelta strategica di forzare l’abbandono della cartamoneta si è rivelata vincente».

Dalla ripresa del pagamento della sosta a inizio giugno, è stato riscontrato anche un ampio utilizzo del parcheggio gratuito di Baden Powell, scelto soprattutto da chi decide di trascorrere l’intera giornata al mare; così come dei parcheggi di cintura alla tariffa agevolata prevista di 7 euro al giorno. Piazza Aldo Moro, grazie alla tariffa agevolata per residenti, è divenuto un parcheggio di rotazione veloce utilizzato soprattutto dai cittadini di Sestri Levante per soste brevi e commissioni veloci nel centro storico, con oltre 15 mila soste registrate in due mesi. Anche la dinamica degli incassi, considerando l’anno particolare legato all’emergenza Covid, si mantiene sostenuta ed in buon recupero dopo il lockdown primaverile.

Affidato lo scorso autunno dal Comune di Sestri Levante per il quinquennio 2020-2024, il sistema della sosta con le nuove colonnine a tecnologia avanzata ha favorito il pagamento elettronico sia tramite le carte di credito che attraverso le tre app disponibili: EasyPark, TelepassPay e MyCicero. Questo ha rappresentato il primo passo verso una vera e propria gestione “Smart City” in grado di collegare il software delle applicazioni con il software dei parcometri stessi: passaggio che permette di avere un sistema integrato in un’unica piattaforma di controllo, ottenendo un monitoraggio totale di tutte le attività connesse alla sosta e mobilità cittadina.

Inoltre, le diverse categorie di utenza, grazie all’integrazione con il sistema di gestione dei pass, ottengono la tariffa loro riservata semplicemente inserendo il numero di targa del proprio veicolo al parcometro, che verifica in tempo reale la validità del permesso di sosta.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.