Chiudono oggi i centri estivi di quartiere organizzati dal Comune di Sestri Levante che hanno visto dare risposte a 70 famiglie di bambini dai 6 mesi ai 14 anni. L’amministrazione traccia un bilancio, che riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Grazie alla collaborazione instaurata nel tavolo per i servizi ai minori che ha visto partecipare scuole paritarie, associazioni, realtà della cooperazione e società sportive, è stato possibile rispondere alle necessità di altre 90 famiglie. Sono quindi 160 le famiglie che hanno potuto trovare risposte, anche articolate in maniera differente, alle proprie necessità.

Le attività del centro estivo sono state ospitate in due edifici scolastici, i plessi G. Munari di via Cagliari e G. Descalzo di via Val di Canepa (poi trasferita in piazza della Repubblica) oltre al nido d’infanzia Mario Lodi di viale XX Settembre e sono state suddivise per quattro fasce d’età (nido, materne, elementari, preadolescenti).

A causa dell’emergenza sanitaria, l’organizzazione di quest’anno ha richiesto uno stravolgimento delle attività proposte ai bambini e alle famiglie, sviluppando comunque un catalogo di varie proposte focalizzate sulla conoscenza del territorio, oltre che sull’aspetto delle abilita scolastiche.

Fra le attività in calendario è stata inserita anche la realizzazione di strumenti per difendersi dal Covid-19 a opera dei bambini e una formazione ad hoc per comprendere le norme da rispettare, attraverso modalità di gioco: dalla creazione di cartelli con le regole da rispettare alla necessità di igienizzare le mani e misurare la temperatura all’ingresso a scuola.

Nonostante l’impossibilità di organizzare gite ed escursioni di tipo “tradizionale” per i limiti imposti dall’emergenza sanitaria, numerose sono state le attività outdoor e sportive per tutti, suddivisi in gruppi da 5,7 o 10 partecipanti in base alla fascia d’età, anche grazie alla fattiva collaborazione con le associazioni e le cooperative del territorio. Mentre i più piccoli hanno esplorato i principali parchi della zona, i più grandi hanno infatti riscoperto la bellezza della natura del nostro territorio e dei nostri sentieri, tra cui, ad esempio, una escursione sul tracciato rinnovato di Sant’Anna. Con il supporto di Mediaterraneo Servizi, è stata dedicata una intera area della Baia del Silenzio in via esclusiva ai bambini del centro estivo, con la possibilità per loro, a piccoli gruppi, di fare un tuffo in mare in tutta sicurezza o praticare attività sportive di tipo individuale come la canoa. Fra le attività svolte, inoltre, sono stati organizzati un cineforum a cui la partecipazione è stata permessa a gruppi, laboratori naturalistici e laboratori sui diritti dei bambini.

Lo svolgimento del centro estivo è stato per i suoi addetti un’esperienza complessa ma gratificante: è stato positivo il riscontro ricevuto sia da parte dei bambini sia dalle famiglie, che hanno collaborato attivamente alla buona riuscita dell’iniziativa riponendo la propria fiducia in educatori e operatori. Un ringraziamento va anche all’Istituto Comprensivo per la disponibilità dimostrata nell’offrire di ospitare i bambini di medie ed elementari nell’edificio di piazza della Repubblica a causa dell’avvio dei lavori di adeguamento di cui è stata oggetto la scuola G. Descalzo di via Val di Canepa, sede scelta in prima battuta.

Il centro estivo è stato infine un’occasione di educazione all’inclusività. Sono stati infatti riservati posti ed attenzioni dedicate ai bambini con bisogni speciali, in modo da garantire loro momenti di gioco e socializzazione, in continuità con il lavoro svolto grazie alla collaborazione con il servizio di Neuropsichiatria infantile durante il periodo scolastico.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.