La Spezia città fiorita. Il progetto, presentato questa mattina dall’amministrazione comunale, che impreziosirà la città rendendola ancora più bella, accogliente e che valorizzerà anche le attività commerciali del centro storico.

Il progetto consiste nel pensionamento di 30 fioriere lungo Corso Cavour, via del Prione e via del Torreto che andranno a sostituire quelle esistenti in cemento, oramai rovinate. Ma non è tutto: anche i lampioni per la pubblica illuminazioni verranno decorati da composizioni floreali che li renderanno più belli.

Saranno 34 i lampioni decorati: 16 in Piazza Europa, 4 in piazza Saint Bon, 2 in Piazza Beverini, 2 in Piazza Mentana, 9 in via Diaz e il lampione presente nella rotonda di Bivio Cento al Favaro che rappresentano un primo step ad una estensione del progetto verso i quartieri più periferici della città.

I vasi saranno posizionati in prossimità degli ingressi delle attività commerciali presenti nelle strade scelte. Un posizionamento studiato per non creare ostacoli alla circolazione o impedimenti ai mezzi di soccorso che dovranno transitare lungo le vie interessate. Le fioriere, che hanno una misura di 60 x 60,  sono in acciaio, zincate e pitturate con “effetto corten”  il che  consentirà una buona resa nel tempo. Grande attenzione anche per la conservazione e manutenzioni dei fiori che saranno quotidianamente annaffiati e le essenze presenti saranno sostituite anche a seconda della stagione e del periodo.

L’installazione delle fiorire e le decorazioni dei lampioni è attualmente in corso e le operazioni si concluderanno nei prossimi giorni.

 

«La Spezia, una città in fiore: è questo il progetto nato da una richiesta diretta pervenuta dalla cittadinanza che desidera una città ancora più  attenta al decoro, bella e attrattiva – dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini – come avevamo promesso in campagna elettorale e scritto poi nelle linee di mandato, una priorità è proprio quella di abbellire il più possibile il centro storico e le periferie. La Spezia città fiorita è un primo passo verso un progetto più ampio che, in prospettiva, vorrebbe coinvolgere tutta la città, con l’augurio che spazi urbani sempre più curati e attenti ai dettagli possano incoraggiare anche un rispetto maggiore della cosa pubblica».

«La città fiorita – ha dichiarato l’assessore Lorenzo Brogi – è uno spin off del progetto di marketing territoriale che abbiamo adottato, un progetto ampliabile nel tempo che ha lo scopo di fare della nostra città un luogo quasi di culto. L’idea nasce guardando alle grandi Città europee, nel futuro pensiamo ad aree selfie e archi fioriti quando il turismo riprenderà con forza, questi sono tutti elementi che caratterizzeranno e identificheranno La Spezia e grazie al turismo faranno promozione de territorio, chi non si vorrà fare una foto in una cornice di fiori con la scritta La Spezia, avanti tutta con fatica ma con orgoglio ».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.