Forza Italia, in vista delle prossime elezioni regionali, apre alle liste civiche, come Polis, che fa riferimento al sindaco di Imperia Claudio Scajola, e ad altre dell’area dei moderati, tra le quali Liguria Popolare di Andrea Costa. Lo ha deciso Silvio Berlusconi, che ha incaricato dell’operazione Giorgio Mulè, deputato eletto per FI nel collegio di Sanremo, membro del direttivo nazionale e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

Giorgio Mulè

Ieri sera a Genova, nel corso di una riunione conviviale al ristorante I Sassi, Mulè ha presentato il progetto, «un progetto semplice, che punta a riaggregare le forze moderate del centrodestra, disperse o deluse, perché possano ritrovarsi insieme. Ci rivolgiamo a tutte le componenti del mondo moderato, come Liguria popolare e Polis. Tutti coloro i quali hanno fatto del civismo un movimento non allineato alla sinistra e al populismo imperante – ha precisato Mulè – possono e devono trovare una casa comune all’interno di una lista in consiglio regionale».

Beppe Costa

A organizzare la cena è stato Beppe Costa, responsabile regionale dei Seniores di Forza Italia che da tempo lavorano, su indicazione di Berlusconi, a cercare di allargare lo spazio del centrodestra non populista e di aggregare le liste civiche di ispirazione liberale-riformista. Claudio Scajola nel giugno 2018 aveva vinto le elezioni comunali di Imperia battendo anche il candidato del centrodestra. Il successo dell’ex ministro ha dimostrato il suo personale radicamento sul territorio ma anche la vitalità che possono avere le liste civiche. Per i prossimi giorni è attesa una risposta di Polis all’invito di Mulè.

Il portavoce dei gruppi parlamentari azzurri ha proposto a Giancarlo Vinacci, ex assessore allo Sviluppo economico del Comune di Genova, di candidarsi alle regionali come capolista di Forza Italia.

«Metto tutte le mie energie a disposizione di Giancarlo Vinacci – dichiara Mulè a Liguria Business Journal – perché nell’esperienza da assessore del Comune di Genova ha dimostrato di che legno è fatto, perché credo che le sue idee per il territorio, dall’edilizia alla Blue economy, alla pesca, alla Silver economy, siano vincenti. Giancarlo è una persona che può rivoluzionare, nella maniera gentile e intelligente che gli è propria, questa regione, per cui spero che si convinca a fare il grande passo e scenda in campo come capolista di Forza Italia».

L’ex assessore ha chiesto qualche giorno di tempo per riflettere sulla proposta.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.