Leonardo ha collocato con successo nuove obbligazioni per un ammontare di 500 milioni di euro, rivolte esclusivamente a investitori istituzionali italiani e internazionali. Lo avevamo annunciato qui.

Le condizioni del prestito obbligazionario prevedono una durata di 5,5 anni, scadenza gennaio 2026, e cedola a tasso fisso del 2,375%. Il prezzo di emissione è pari a 98,933%.
Le cedole sono pagabili annualmente in via posticipata. Le obbligazioni saranno quotate sulla Borsa di Lussemburgo.

«La nuova emissione obbligazionaria − commenta Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo − testimonia la solidità del merito di credito di Leonardo sul mercato finanziario, anche in un periodo eccezionale come questo. Leonardo continua nel suo impegno a perseguire una strategia finanziaria disciplinata, in linea con gli obiettivi del piano industriale, con il fine ultimo di creare valore per tutti gli stakeholder».

Il successo dell’operazione, sottoscritta 4 volte rispetto all’ammontare, conferma l’interesse
significativo del mercato per Leonardo. L’azienda utilizzerà il ricavo netto dell’emissione per rifinanziare prestiti di prossima scadenza, allungando la vita media del debito.

Il Credit Rating di Leonardo è Ba1 per Moody’s (Outlook Stabile), BB+ per Standard&Poor’s (Outlook Stabile) e BBB- per Fitch (Outlook Negativo). L’operazione è stata condotta da Banca IMI, BNP Paribas, Crédit Agricole CIB, HSBC, Société Générale, UniCredit, Banca Akros, NatWest Markets, UBI Banca in qualità di Joint Bookrunners. BNP Paribas e Crédit Agricole CIB hanno agito, inoltre, in qualità di Documentation and Structuring Banks.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.