Tre progetti per oltre 1,2 milioni di euro per riqualificare altrettante aree strategiche della città della Spezia. Li ha approvati questa mattina la giunta comunale.

Le risorse, provenienti da Regione Liguria attraverso il fondo strategico, sono destinate alla riqualificazione del Parco della Rimembranza a Gaggiola, per un totale di 726 mila euro, dei porticati di via Veneto, viale Italia e corso Nazionale, per un importo di 420 mila euro, e di via Viano, alla Chiappa, un progetto da 80 mila euro e che prevede la realizzazione di una quindicina di posti auto.

«Abbiamo stanziato oltre 1 milione e duecento mila euro per riqualificare il Parco della Rimembranza – ha dichiarato il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – un luogo simbolo da tempo trascurato, i porticati di via veneto, viale Italia e corso Nazionale, e via Viano. Vogliamo intervenire, visto l’interesse pubblico di spazi e aree altamente funzionali all’economia e alla qualità dell’ambiente urbano cittadino. Continueremo a prenderci cura della città per renderla sempre più vivibile e cercheremo di soddisfare le richieste dei cittadini perché crediamo fortemente che La Spezia possa essere vissuta al meglio non sono dai residenti ma anche dai turisti che speriamo possano nuovamente ripopolare il nostro territorio».

«I fondi stanziati oggi – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Piaggi – sono destinati alla riqualificazione di tre importanti aree, in particolare via Viano con evidenti problematiche dovute al dissesto stradale provocato dalle radici dei pini, il Parco della Rimembranza, emblema della storia cittadina purtroppo abbandonato da decenni e la riqualificazione dei portici del centro cittadino. Il nostro obiettivo è quello di porre attenzione sul recupero del patrimonio comunale esistente, partendo dalle opere prioritarie per raggiungere tutti i quartieri della città».

Gli interventi in dettaglio

Il Parco della Rimembranza, memoria dei caduti della Grande Guerra, realizzato nel 1923 sulla collina di Gaggiola in aderenza al complesso murario ottocentesco, costituisce patrimonio storico della città ed è un bene culturale vincolato. L’amministrazione comunale ha quindi deciso di provvedere alla preservazione dei valori architettonici e ambientali che lo caratterizzano con opere di manutenzione straordinaria finalizzate a una riqualificazione complessiva del parco. Nello specifico, verranno eseguiti i seguenti interventi: verranno ripristinati la scalinata interna adiacente alle mura ottocentesche, la pavimentazione e i vialetti interni, la recinzione metallica perimetrale e le cancellate di accesso, le panchine esistenti e verranno sostituite con nuove quelle non più recuperabili. Verranno sostituiti i cestini per i rifiuti e verrà pulito il laghetto, con tanto di sostituzione della sua recinzione. Verranno inoltre sostituiti i giochi metallici con nuovi di legno e verrà sostituita la fontana collocata all’ingresso del Parco. Infine, verrà ripristinato gli impianti di scarico delle acque e verrà realizzato un nuovo impianto di illuminazione con le medesime caratteristiche approvate dalla soprintendenza in sede di progetto esecutivo relativo al recupero e riqualificazione delle mura ottocentesche. Saranno abbattuti gli alberi malati e verranno piantumati nuovi alberi. Verranno installati dei pannelli informativi finalizzati alla commemorazione dei Caduti e verrà pulita l’area parcheggio in prossimità del Parco.

Via Veneto

Per quanto concerne i lavori di riqualificazione di alcuni tratti dei porticati di via Veneto, viale Italia e corso Nazionale, gli interventi hanno l’obiettivo di qualificare architettonicamente la pavimentazione dei porticati, i quali sono soggetti a un intenso traffico pedonale perché si trovano in punti molto frequentati e dove sono presenti numerose attività commerciali e uffici. Gli studi e i sopralluoghi effettuati dai tecnici comunali hanno evidenziato che i porticati e i marciapiedi adiacenti che necessitano di un intervento ammontano a circa 1.670 metri quadrati. I materiali impiegati per le nuove pavimentazione di porticati si ricollegano a quelli esistenti e rispecchiano l’architettura prevalente: pavimentazione in marmo alla palladiana e pavimentazione in conglomerato bituminoso per i marciapiedi adiacenti ai porticati.

Via Viano

Inoltre, la giunta Peracchini ha deciso di intervenire anche nel tratto iniziale di via Viano, alla Chiappa, dove è presente un’area di sosta non normata con tre aiuole, di cui due alberate. Accogliendo le istanze degli abitanti del quartiere riguarda alla mancanza di parcheggio, è stata studiata la possibilità di una sistemazione dell’area di proprietà del Comune a uso parcheggio. La superficie dell’area interessata dai lavori è di circa 850 metri quadrati. Gli stalli auto saranno una quindicina. Il progetto approvato stamani prevede la rimozione delle essenze arboree e delle aiuole presenti, della pavimentazione e della massicciata limitrofa alle aiuole, la posa in opera di nuova massicciata stradale nella zona centrale e di conglomerato bituminoso, la costruzione di un marciapiede di collegamento lato canale, la realizzazione di tre aiuole con fornitura e posa in opera di un nuovo impianto di illuminazione pubblica, di essenze arboree e di una adeguata segnaletica stradale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.