Gli appartententi alle forze dell’ordine a Genova possono presentare una manifestazione di interesse per sette appartamenti in via Lungopolcevera n.2. Da lunedì 6 luglio a lunedì 27 luglio 2020.

Lo annuncia il Comune di Genova per dare continuità al recupero del degrado abitativo e sociale nella zona di San Quirico. L’Amministrazione ha deciso, su proposta dell’assessore Pietro Piciocchi, di proseguire nel programma di assegnazione di alloggi del patrimonio indisponibile del Comune di Genova agli appartenenti alle Forze dell’Ordine operanti sul territorio.

La zona di via San Quirico e via Lungopolcevera è oggetto di un piano programmatico di recupero volto alla sua rivalutazione, per il miglioramento generale del quartiere sia dal punto di vista edilizio sia da quello sociale, ripristinando la vivibilità e migliorare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

L’esperienza delle precedenti assegnazioni alle Forze dell’Ordine, fa sapere il Comune, ha raggiunto il risultato di ripristinare la civile coabitazione nel civico 84A di via San Quirico, oltre a garantire di fatto un presidio del territorio.

L’avviso pubblico e la manifestazione d’interesse (modulo 1) sono reperibili presso l’Atrio del Matitone lato levante – via di Francia 1, oppure  scaricabili dal sito Internet del Comune di Genova.

La manifestazione d’interesse (modulo 1) per l’assegnazione degli alloggi disponibili dovrà essere consegnata: a mano all’Ufficio Casa – Bandi – Matitone, Via Di Francia, 1 – esclusivamente previo appuntamento telefonico chiamando i seguenti numeri: 010 5574215, 010 5574212, 010 5573567 entro e il 27 luglio 2020 ore 16.30

Tramite un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec): all’indirizzo Pec ufficiocasa.comge@postecert.it precisando nell’oggetto: “Manifestazione di interesse per assegnazione alloggi alle FF.OO. (e indicare nome e cognome del richiedente)” entro il 27 luglio 2020 ore  23.59.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.