Grazie alla collaborazione con WDM, Esaote amplia l’offerta e potenzia la propria capacità di rispondere alle esigenze del mercato internazionale. Durante il periodo più caldo dell’emergenza causata dalla diffusione di Covid-19, Esaote ha consegnato e installato oltre 50 apparecchi radiologici digitali portatili WDM M40-1A a seguito di aggiudicazioni di gare pubbliche indette dal sistema sanitario nazionale italiano.

Un’operazione inedita per Esaote, che ha dimostrato la sua capacità di operare anche in altri settori della diagnostica per immagini e di poter ottenere risultati importanti. Con questo nuovo accordo si rafforza così ulteriormente la sinergia e collaborazione tra Esaote e WDM – la più grande società quotata cinese produttrice di apparecchiature medicali, che fa parte del consorzio di primari investitori cinesi che nel 2018 ha acquisito il capitale azionario del Gruppo Esaote.

I sistemi a raggi X per radiografia digitale mobile M40-1A sono attrezzature diagnostiche ad alto livello di performance e portabilità. L’innovazione tecnologica e l’efficienza degli apparecchi li rendono ideali per l’utilizzo nei reparti di radiologia e di ortopedia, in sala operatoria, in pronto soccorso, in terapia intensiva e altri reparti sanitari per l’acquisizione di immagini radiografiche digitali di tutte le parti del corpo come testa, torace, arti, colonna vertebrale, colonna lombare, addome. Il peso contenuto e le dimensioni ridotte permettono inoltre di spostare facilmente e velocemente gli apparecchi in qualsiasi ambiente e di raggiungere più comodamente il letto del paziente: un aspetto molto importante durante la pandemia.

Franco Fontana e Xie Yufeng

«La collaborazione con i nostri azionisti – spiega  Franco Fontana, ceo del Gruppo Esaote – sta diventando sempre più solida. Con loro abbiamo lavorato a un piano che possa sfruttare al meglio le sinergie per potenziare la nostra presenza sui mercati internazionali, che già oggi costituiscono circa il 70% dei ricavi di Esaote e, al di là del periodo contingente dell’emergenza, crediamo che un’azione nata da una effettiva necessità del sistema sanitario nazionale possa ora essere trasformata in una collaborazione strutturata che consentirà ad entrambe le aziende di migliorare il proprio posizionamento».

Xie Yufeng, presidente di WDM, dichiara: «Siamo molto lieti che Esaote e WDM stiano estendendo la loro collaborazione a un nuovo campo, per aiutare i sistemi sanitari a far fronte all’impatto della pandemia di Covid-19 Le nostre aziende condividono gli stessi valori di professionalità e dedizione e si impegnano ad offrire prodotti e servizi di alta qualità, contribuendo così a migliorare la salute dell’uomo. Confidiamo nel perseguire risultati sempre migliori, all’insegna della cooperazione e dello sviluppo».

Esaote, che durante l’emergenza sanitaria Covid-19 è stata in prima linea con i propri sistemi a ultrasuoni, ha iniziato la commercializzazione dei sistemi portatili di radiologia diretta lo scorso marzo, aggiudicandosi in poco più di due mesi la fornitura di oltre 50 sistemi, dei quali 30 per So.Re.Sa. spa, società regionale per la Sanità della Regione Campania.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.