Circle Group fornirà la piattaforma Milos® a San Cataldo Container Terminal, controllato dal gruppo turco Yilport Holding AS e attivo nel porto di Taranto.

Circle fornirà a San Cataldo Container Terminal moduli e customs services e customs registers. Ciò assicurerà una piena integrazione con Aida, la piattaforma informatica dellAgenzia delleDogane e dei Monopoli, soddisfacendo così l’esigenza di gestire in maniera digitale i registri doganali. Inoltre, il connettore Milos®TOS consentirà di condividere automaticamente i flussi digitali con il Terminal Operating System utilizzato da San Cataldo Container Terminal, in modo da garantire la gestione, l’aggiornamento in tempo reale e il monitoraggio dei dati attraverso un’interfaccia di facile utilizzo.

«Tali risultati – si legge in una nota di Circle – sono stati resi possibili anche grazie alla collaborazione con Nord Ovest spa, società che fornisce al mercato soluzioni globali per il commercio internazionale e che, attraverso l’agente doganale Davide Battaglia, è stata parte del processo autorizzativo della temporanea custodia e del deposito doganale».

«Il nostro obiettivo era rendere i processi operativi più moderni ed efficienti sfruttando le opportunità connesse alla digitalizzazione e all’interoperabilità. La nostra preferenza è quindi ricaduta su circle quale partner di eccellenza» dichiara Raffaella Del Prete, general manager di San Cataldo Container Terminal.

Commenta Luca Abatello, ceo e presidente di Circle Group: «Al momento siamo focalizzati soprattutto sugli aspetti di cooperazione e interoperabilità con la port community e sui processi doganali; si tratta del primo importante risultato di una partnership che prevede una strategia complessiva a più step per trasformare in vantaggi competitivi le opportunità presenti nel Porto di Taranto».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.