L’aumento dell’occupazione in Usa a giugno, dopo il lockdown, ha incoraggiato le Borse europee che hanno terminato la giornata in netto rialzo, protagoniste le banche. La perfomance più eclatante è di Madrid (+3,7%), Parigi segna +2,4%, Francoforte +2,8%, Londra +1,3%.

Milano ha terminato le contratttazioni con Ftse Italia All Share +2,77% e Ftse Mib +2,88%. Lo spread Btp/Bund si è ridotto ancora, a 168 punti ( variazione -1,05%, rendimento Btp 10 anni +1,21%, rendimento Bund 10 anni -0,47%) da 169 pb della chiusura precedente.

A Piazza Affari exploit di Unicredit (+5,6%) spinta dalle cessioni di crediti deterioriati a Banca Ifis per 335 milioni e dalla prospettiva di un’altra operazione da 1,5 miliardi. Brillanti anche Banco Bpm(+5%), Banca Mediolanum (+4,7%), Mediobanca (+4,3%), e Intesa Sanpaolo(+3,7%) e Ubi Banca(+3,6%) alla vigilia del consiglio di amministrazione di quest’ultima che dovrà pronunciarsi sulla congruità dell’ops lanciata da Unicredit. In forte ascesa Atlantia (+4,8%). Fuori dal Mib rimbalzo di Cairo Communication (+8,7%),

Sul mercato valutario, l’euro  rispetto al dollaro cala a 1,1241 (da 1,1267 di ieri) e scende anche  a 120,89 yen (da 121,04). Dollaro/yen a 107,56 (da 107,44).

Variazioni contenute nei prezzi del petrolio: il Wti agosto è scambiato a 39,7 dollari al barile, il Brent settembre a 42,2 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.