Chiusura in rosso per le Borse europee, mentre a Wall Street, dove è partita la stagione delle trimestrali, con i conti di JpMorgan e Citi sopra le attese degli analisti, il Down Jones è andato in rialzo dopo un avvio debole. Gli investitori in Europa sono ancora combattuti tra la speranza di una ripresa economica, sostenuta da alcuni dati macro positivi, e la diffusione crescente della pandemia. Parigi segna -0,96%, Francoforte -0,8% a 12.697 punti. Positiva solo Londra (+0,08%). Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share -0,67% e Ftse Mib -0,62%. Lo spread Btp-Bund si è attestato su 164 punti (-1,77%).

A Piazzza Affari St (-4,2%) dopo una serie di sedute positive è stata penalizzata dai realizzi.

Sul mercato valutario, l’euro si rafforza e viene scsambiato a 1,1395 dollari (1,1345 in avvio e 1,1329 ieri) e 122,175 yen (121,763 e 121,4 ieri), quando il dollaro vale 107,219 yen (107,31 in avvio).

Petrolio in rialzo: il contratto consegna agosto sul Wti sale dello 0,75% a 40,4 dollari al barile e quello consegna settembre sul Brent del Mare del Nord guadagna lo 0,87% a 43,09 dollari al barile, nel giorno della pubblicazione dei rapporto mensile dell’Opec, dal quale è emerso che nel mese di giugno il cartello ha ridotto la produzione di 1,9 milioni di barili al giorno.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.