Giornata chiusa in rosso per le Borse europee, incalzate dalle notizie di diffusione dell’epidemia da Covid -19 che negli Usa ha superato la soglia dei tre milioni di contagiati. Preoccupa anche il numero elevato di sussidi di disoccupazione negi Stati Uniti.

Francoforte segna -0,04%, Londra-1,73%, Parigi-1,21%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share – 1,86% e Ftse Mib -198%. In crescita lo spread Btp/Bund, attestato su 167 punti +0,96%.

A Piazza Affari si sono mossi bene i comparti alimentare (+1,48%) e tecnologia (+1,00%) negativi materie prime (-3,54%), beni industriali (-3,30%) e petrolio (-2,81%). Sul listino milanese tonfo di Atlantia che ha perso l’8,29%, dopo la decisione della Corte Costituzionale di giudicare legittima l’esclusione della controllata Aspi dalla ricostruzione del ponte di Genova. Decisione che mette in dubbio la possibilità che la scocietà conservi la concessione. un rinnovo della concessione da parte del Governo. S

Sul fronte dei cambi, l’euro ha perso quota nei confronti del dollaro: vale 1,1297 dollari (1,1318 la vigilia): la divisa europea passa di mano a 121,17 yen (121,63), mentre il dollaro vale 107,27 yen (107,266 e 107,49).

In forte calo il petrolio: il Wti, contratto con consegna ad agosto, va giu’ del 2,9% a 39,72 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.