12 tir sono partiti questa mattina dal porto di Genova in segno di protesta contro il “blocco” delle autostrade liguri che sta causando pesanti disagi al settore della logistica e dei trasporti.

A organizzare la protesta è il comitato Salviamo Genova e la Liguria, che riunisce Spediporto, Trasportounito, Assagenti, Assiterminal, Confcommercio, Confindustria, Cna, Confetra, Confartigianato, Confesercenti, Assoturismo, Federalberghi, Convention Bureau, Confindustria Nautica, Ance, Alleanza cooperative italiane, Unione industriali di Savona, Unione albergatori di Savona, Isomar, Associazione spedizionieri del porto di La Spezia, Associazione agenti marittimi La Spezia, A.spe.do, Coordinamento ligure consumatori utenti, Assoutenti Liguria, Confprofessioni Liguria.

Il corteo di camion e tir percorre a passo d’uomo, su una corsia, la circonvallazione a mare verso la foce, da cui si sposterà verso il centro per raggiungere piazza Fontane Marose. Nel pomeriggio, il ministro dei Trasporti Paola De Micheli, oggi a Genova per la ripartenza dei cantieri del nodo ferroviario, incontrerà una delegazione delle associazioni che compongono il comitato.

Salviamo Genova e la Liguria ha stimato in oltre 1 miliardo al mese i danni causati dalle chiusure sulla rete autostradale ligure.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.