Il Frecciarossa 1000 arriva in Versilia, all’Argentario e nel Levante ligure. Da domenica 14 giugno un nuovo collegamento Trenitalia (Gruppo FS Italiane) fermerà lungo la costa della Toscana e della Liguria da Milano e Roma per il rilancio del turismo nazionale.

Il Frecciarossa 1000 unirà tutti i giorni le due principali città italiane con la costa tirrenica, dalla Versilia all’Argentario, fermando anche in Liguria, a Genova e nel Levante ligure. Nuovi collegamenti per facilitare gli spostamenti di chi da Roma e Milano vuole raggiungere facilmente in treno le spiagge.

«Il rilancio del turismo nazionale è una delle priorità del Gruppo FS Italiane – dichiara Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale del Gruppo FS Italiane. Per la prima volta il Frecciarossa 1000 unirà in estate Roma e Milano passando per la Versilia, l’Argentario e il Levante Ligure, territori ad altissima attrattività turistica che saranno collegati direttamente all’Alta velocità italiana. Un nuovo servizio che permetterà di scoprire e riscoprire le bellezze culturali e paesaggistiche del nostro Paese, distribuendo i flussi turistici non solo nelle grandi città ma anche nelle località di medie e piccole dimensioni. Contribuiamo in questo modo a un vero e proprio rilancio dell’economia e del settore turistico di tutta l’Italia».

«Il Levante ligure diventa parte di in una strategia di rilancio della destinazione Italia – dichiarano in una nota congiunta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore ai Trasporti e turismo Gianni Berrino – questo significa la possibilità incrementare le possibilità turistiche del nostro territorio rispetto sia agli arrivi da Milano sia anche a quelli più lontani da Roma. A dimostrazione che i turisti sono i benvenuti in Liguria. La comodità e la velocità dei Frecciarossa si integra con l’aumento del numero di convogli regionali per gli spostamenti interni, pianificati con il nuovo orario estivo. Un segnale forte di ripartenza e un deciso passo in avanti per riportare la nostra regione vicina ai livelli ottimali di servizio».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.