Il timore di seconda ondata di contagi da Covid-19, con l’aumento dei casi negli Usa  e i nuovi focolai registrati a Pechino, ha depresso le Borse europee, che hanno recuperato nel finale restando però sotto la parità, tranne Milano, in moderato rialzo, con Ftse Italia All Share +0,39% e Ftse Mib +0,43%. Londra segna -0,66%, Parigi -0,49%, Francoforte -0,32%.

Poco mosso lo spread Btp/Bund, attestato sui 184 punti (-0,15%)

A Piazza Affari in testa al Mib troviamo Exor (+3,77%), Nexi (+3,43%), Amplifon (+2,86%), Recordati (+2,44%). Bene anche Banca Generali (+2,1%) in scia a un report di Ubs che le assegna un outlook positivo per il secondo semestre.

Sul mercato valutario, l’euro si indebolisce sul dollaro a 1,1262 (1,1304 venerdì in chiusura) e a 120,97 yen (121,26), mentre il rapporto dollaro/yen è a 107,419

Debole il petrolio con il Wti con contratto di consegna a luglio in calo dell’1,4% a 35,7 dollari al barile e il Brent del Mare del Nord scambiato a 38,6 dollari (-0,5%).

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.