A causa di un problema tecnico nel processo di postalizzazione dell’acconto Tari 2020 del Comune di Genova, non tutte le 280 mila bollette domestiche sono state recapitate entro il 20 giugno, come era stato programmato, ma si sono registrati ritardi.

In conseguenza, si comunica che per i cittadini non ci sarà alcun aggravio per i versamenti della prima rata o della rata unica effettuati dopo la scadenza del 30 giugno.

Il ritardo nel recapito delle bollette è stato determinato dal fornitore esterno del servizio di postalizzazione e non è imputabile al Comune che, in ogni caso, si scusa con la cittadinanza per il disagio.

Con l’occasione si ricorda che è possibile ricevere i prossimi avvisi Tari via mail compilando il modello disponibile qui.

Inoltre qui è disponibile il fascicolo del cittadino nel quale è presente “La mia Tari” (sotto-fascicolo “io contribuente”), accessibile per tutti i cittadini residenti a Genova tramite credenziali Spid o Cie con cui, a oggi, è possibile visualizzare tutti i dati che consentono il pagamento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.