«Un budget di 60 milioni per un progetto di ristrutturazione dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure e un Dipartimento di emergenza e urgenza di secondo livello che l’ospedale attende da tanto tempo. Fa parte dei nostri piani di investimento e rientra nella valorizzazione di questo polo ospedaliero di cui abbiamo sempre ribadito l’importanza e l’inaugurazione del macchinario di oggi lo dimostra. A questo seguirà un secondo macchinario, per il quale è stata già aperta la gara, che sarà installato all’ospedale San Paolo di Savona». Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti intervenendo oggi all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure all’inaugurazione del nuovo angiografo cardiologico e dei sei nuovi posti letto di medicina di emergenza al pronto soccorso, a cui ha partecipato anche la vicepresidente e assessore regionale alla sanità Sonia Viale.

«Sull’ospedale Santa Corona – ha precisato Viale – abbiamo sempre dichiarato la ferma volontà di investire. Oggi vi è anche la concretezza dei fatti oltre che gli atti amministrativi già deliberati da tempo. I 60 milioni fanno del parte del piano di Alisa sull’edilizia sanitaria che si affianca a quello sull’innovazione tecnologica con gli angiografiè essenziale. Abbiamo trascorso parecchi anni sentendo tutti coloro che dicevano che non volevamo più investire su questo presidio,  anzi che lo volevamo chiudere. Oggi dimostriamo che noi abbiamo una ferma volontà di rendere sempre più questo ospedale il Dea di secondo livello dell’area ottimale di ponente».

Toti ha ribadito la volontà della giunta di non lasciare indietro i due poli ospedalieri savonesi: «Il Covid ha rallentato i lavori, ma siamo ben determinati ad andare avanti; ora c’è da rimboccarsi le maniche e da ripartire rapidamente. A cominciare dal punto di primo intervento ad Albenga che è un’esigenza molto sentita dalla città e che va fatto in sicurezza e con i percorsi protetti. Andremo avanti anche con gli investimenti in nuovi macchinari per l’ospedale San Paolo di Savona che è altrettanto importante e poi partiranno i lavori di restauro, sia in questo ospedale, sia in altri della Liguria».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.