La Borsa di Milano ha aperto in rialzo. Il primo indice Ftse Mib guadagna lo 0,36% a 19.517 punti, poi vira in rosso dopo i primi scambi. In calo Mediobanca (-2,17%), Buzzi Unicem (-1,75%) ed Eni (-1,26%). In rialzo Stmicroelectronics (+1,32%).

Le Borse europee aprono in rialzo, in scia con la chiusura dei listini asiatici e di Wall Street. In positivo Francoforte (+0,46%), Parigi (+0,27%), Londra (+0,1%) e Madrid (+0,2%).

Le Borse asiatiche hanno chiuso in rialzo dopo il via libera della Cina alla legge sulla sicurezza nazionale e con i dati migliori del previsto dell’attività manifatturiera. Tokyo ha concluso a +1,3%.

Negli Stati Uniti attesa l’audizione alla Camera del presidente della Fed, Jerome Powell, e del segretario del Tesoro, Steven Mnuchin.

Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati sull’inflazione nell’Eurozona, in Italia e Francia. Previsti anche il Pil del Regno Unito e Spagna e l’indice dei prezzi alla produzione in Italia. Dagli Stati Uniti l’indice Pmi Chicago (manifatturiero), la fiducia dei consumatori e le scorte settimanali del petrolio.

Quotazioni del petrolio in lieve calo dopo gli aumenti dei giorni scorsi. Il greggio Wti cede lo 0,73% a 39,41 dollari al barile; il Brent perde lo 0,7% a 41,42 dollari al barile.

Nei cambi avvio di giornata in lieve calo per l’euro sul dollaro: la moneta unica europea passa di mano a 1,1207 dollari a fronte del valore di 1,1238 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen la moneta unica passa di mano a 120,7.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco è in leggero aumentao a 181 punti base. Il rendimento è a +1,30%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.