Il progetto Tebets (Technological Boost for Efficient port Terminal operations following Safety-related events), che si propone di realizzare un prototipo di control room per un terminal portuale, è stato premiato da Start 4.0 con contributi a fondo perduto del valore complessivo di 200 mila euro, nell’ambito della call lanciata dal Competence center genovese dalla quale sono usciti vincitori 9 progetti.

Al progetto Tebets partecipano MESAesa Consulting come capofila, Circle e Terminal San Giorgio, con la consulenza tecnico-scientifica dell’Università di Genova.

L’obiettivo di Tebets è quello di incrementare, grazie all’estensione della rete dei dispositivi IoT e all’utilizzo di reti 5G, il livello di automazione all’interno del terminal genovese, minimizzando le criticità e ri-pianificando le operazioni al verificarsi di eventi correlati alla sicurezza di persone, attrezzature e mezzi.

Più in particolare, lo scenario a tendere che la nuova tecnologia renderà possibile prevede una gestione informatizzata delle operazioni, limitando il più possibile l’intervento umano e adottando processi automatizzati in tutte le situazioni in cui la rapidità di azione è determinante, quali ad esempio l’attuazione del piano di evacuazione e l’attivazione delle squadre di soccorso in caso di emergenza.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.