Fincantieri Infrastructure, attraverso la sua controllata Fincantieri Infrastructure Opere Marittime, ha firmato il contratto per la ricostruzione del porto turistico “Riva” di Rapallo.

La commessa prevede il rafforzamento e l’ampliamento del porticciolo.

Creato da Carlo Riva nel 1971, quello di Rapallo è il primo porto turistico italiano. Era stato distrutto dalla mareggiata che aveva colpito la costa ligure nell’autunno 2018 (nella foto).

I lavori dovrebbero partire a giugno e durare circa 15 mesi, già a giugno 2021 sono però previsti il completamento della diga foranea e del muro paraonde.

Fincantieri Infrastructure, comunica la società in una nota, si è inoltre aggiudicata in ati con Fincosit srl l’assegnazione dei lavori per lo spostamento e l’ampliamento della diga foranea del porto di Vado Ligure, appaltati dall’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale.

«Questo contratto − dichiara Giuseppe Bono, ad del Gruppo − consentirà a Fincantieri, attraverso la propria controllata Infrastructure, di mettere le proprie competenze a servizio della ricostruzione e dell’ammodernamento di un marina simbolo della nautica italiana, che speriamo possa rappresentare un segnale di ripresa per il comparto e per il turismo nel nostro Paese. Unitamente al porto di Vado Ligure potremo contribuire al rafforzamento della costa ligure e al conseguente rilancio del suo indotto economico».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.