Fase 2: ecco iFeel-You, il braccialetto dell’Iit che misura la distanza di sicurezza

iFeel-You è il braccialetto dell'Istituto italiano di tecnologia che segnala la violazione della distanza di sicurezza e la variazione di temperatura corporea

Segnalare la violazione della distanza di sicurezza tra le persone e monitorare la temperatura corporea di chi lo indossa. Queste le due principali funzioni di iFeel-You, il prototipo di braccialetto tecnologico realizzato dall’Istituto italiano di tecnologia e presentato oggi a Genova, nella sede di Regione Liguria.

Giorgio Metta, direttore scientifico Iit

Un tecnologia destinata al contenimento del Covid-19 nel corso della fase 2 e studiata per essere utilizzata, in particolare, nei luoghi tendenti all’affollamento: i tecnici precisano che il braccialetto non è pensato per essere indossato da 60 milioni di italiani, ma per essere utilizzato in posti specifici, per esempio negli stabilimenti balneari, negli esercizi pubblici o durante i concerti. Situazioni in cui le persone hanno la tendenza ad avvicinarsi tra loro.

La dimostrazione del funzionamento del bracciale

Nel momento in cui si viola la distanza di sicurezza di un metro, il braccialetto emette una vibrazione, segnalando a chi lo indossa la violazione. Inoltre, la vibrazione parte anche nel momento in cui il dispositivo segnala un cambiamento anomalo di temperatura corporea.

Il prototipo è stato studiato e realizzato nel giro di un mese: secondo i tecnici dell’Iit, l’intento era realizzare un dispositivo che, avvalendosi anche di tecnologie di intelligenza artificiale, fornisse indicazioni corrette e complete per il contenimento del virus, aggiuntive rispetto a quelle fornite dalle sole applicazioni mobile. Ora il braccialetto si prepara alla fase di ingegnerizzazione e poi di produzione: l’Iit è alla ricerca di partner industriali per rendere l’applicazione disponibile ai cittadini in breve tempo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.