A partire da luglio Fairbnb.coop e Wonderful Italy riscuoteranno le imposte di soggiorno e le verseranno nelle casse comunali.

Siglato con l’amministrazione comunale di Genova un accordo di collaborazione grazie al quale la piattaforma e il network di ospitalità ed esperienze comunicheranno in modo dettagliato sull’applicativo informatico del Comune l’elenco delle strutture iscritte e il numero di prenotazioni ricevute.

Insieme al costo dei pernottamenti Fairbnb.coop e Wonderful Italy metteranno nel conto dei viaggiatori l’importo delle imposte di soggiorno previste dal regolamento comunale, che verranno versate trimestralmente al Comune di Genova.

Si introduce così un meccanismo condiviso di regolamentazione del turismo veicolato dal web.

«La ricettività turistica extra alberghiera rappresenta un settore in forte crescita ed ha bisogno da parte dell’Amministrazione di maggiore attenzione e regolamentazione – spiega l’assessore allo Sviluppo economico del Turismo Laura Gaggero – l’accordo che abbiamo siglato con Fairbnb.coop e Wonderful Italy è importante nell’ottica di una migliore governance del turismo cittadino e dello sviluppo della destinazione turistica. La convenzione permetterà al Comune di migliorare la promozione della città grazie alla disponibilità a veicolare l’offerta turistica cittadina con particolare riferimento alle esperienze uniche che la nostra città sa offrire ai visitatori».

L’accordo prevede lo sviluppo di azioni di promozione e di strategie di marketing congiunte per valorizzare Genova come destinazione turistica. Sia Fairbnb.coop sia Wonderful Italy utilizzeranno i propri canali e comunicheranno ai propri clienti l’opportunità di viaggiare in maniera sostenibile a Genova e di approfittare delle attrazioni ed esperienze che la città è in grado di offrire, stimolando al contempo un vero interscambio culturale.

A fronte degli impegni presi si apre con il Comune di Genova un canale di comunicazione che consente all’Istituzione di ascoltare anche la voce degli host di Fair Bnb Network e Wonderful Italy e conoscere meglio e a fondo la ricettività turistica extra alberghiera, un fenomeno in continua espansione.

«L’accordo – sottolinea il coordinatore e legale Fair Bnb Network Alessandro Rocchi – ci permette di avviare una collaborazione all’insegna della legalità, in grado di promuovere lo sviluppo di una forma di turismo sostenibile e innovativa. Siamo felici inoltre che questo passaggio renda più semplice per gli utenti accedere ai servizi anche nel pieno rispetto della tutela dei dati personali».

«Fairbnb.coop – aggiunge Simone Savona della Cooperativa Focus, che coordina il nodo della piattaforma per la Città di Genova – è al servizio dei territori in cui opera e dei loro cittadini, come già mostrato con il sostegno a diversi progetti sociali e, durante l’emergenza Coronavirus, al personale sanitario della Regione Liguria».

«Nel 2019 – dichiara il Ceo di Wonderful Italy Michele Ridolfo – Wonderful Italy ha accolto nelle 60 case che gestisce a Genova oltre 10.800 ospiti. Questi residenti temporanei oltre ad apportare benefici economici al territorio genovese, a loro volta beneficiano di investimenti di lungo periodo tangibili e intangibili, sostenuti dall’intera comunità locale e non solo dalla filiera turistica. Per questa ragione, l’imposta costituisce un contributo dei cittadini temporanei agli investimenti del Comune e dei suoi abitanti».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.