Sbloccare tempestivamente le procedure di cassa integrazione da Genova a Roma. Questa la motivazione del presidio organizzato dalla Cgil per giovedì 28 maggio, alle 11, davanti alla prefettura di Genova in largo Lanfranco.

“Pur comprendendo le difficoltà della fase emergenziale – si legge nel comunicato sindacale – la Cgil chiede che i lavoratori non siano lasciati senza fonti di sostentamento e che la situazione drammatica che alcuni di loro stanno vivendo non si ripeta con il Decreto Rilancio”.

Il presidio sarà organizzato seguendo le disposizioni sanitarie vigenti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.