Chiusura in rialzo al termine di una giornata all’insegna dell’ottimismo per le borse europee, incoraggiate dall‘allentamento del lockdown in molti paesi e dalla notizia che Moderna, gruppo biofarmaceutico americano, ha annunciato che i primi test sull’uomo di un vaccino anti Covid-19 hanno dato risultati promettenti (il titolo è esploso Wall Street). Parigi segna +5,16%, Francoforte +5,67%, Londra +4,3%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share +3,11% e Ftse Mib +3,26%. In forte contrazione lo spread Btp/Bund, attestato su 216 punti (-9,57%).

A Piazza Affari oggi è stato il giorno dello stacco cedole per 9 big del paniere (Generali, Italgas, A2a, Azimut, Eni, Buzzi, Recordati, Prysmian, Saipem), operazione che determina in avvio un impatto negativo dello 0,86% sull’indice. Per quanto riguarda i titoli, le peggiori performance riguardano proprio alcuni dei titoli delle società che hanno staccato il dividendo: Italgas -4,12%, A2a -2,8%, Azimut -1,55%, Generali -1,15%. Rimbalzo di Fca (+8,19%), sostenuta dal rialzo del comparto auto in Europa (+7,5% l’Euro Stoxx 600 di settore) e Unipol (+8,63%), dopo che il ceo Carlo Cimbri ha dichiarato che il gruppo non avrà difficoltà a raggiungere gli obiettivi del 2020 e che resta inalterata la volontà di distribuire il dividendo.

Petrolio in forte ripresa: il Wti giugno, che scade domani, sale del 12,2% a 33,02 dollari al barile, mentre quello con scadenza luglio cresce del 10,7% a 32,7 dollari. Il Brent luglio sale dell’8,9% a 35,4 dollari al barile.

Sul mercato valutario, euro/dollaro in rialzo a 1,0868 (1,0822 in avvio e 1,0816 venerdì sera), euro/yen a 116,71 (116,03 in avvio e 116,04 venerdì), dollaro/yen a 107,20 (da 107,37).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.