La Borsa di Milano apre invariata con il Ftse Mib a 17.861 punti. Dopo i primi scambi, vira in negativo e perde circa lo 0,59%. In lieve rialzo le Borse europee: Parigi guadagna lo 0,34% con il Cac 40 a 4.621 punti. Francoforte registra un +0,22% con il Dax a 11.530 punti, mentre Londra in avvio è a +0,84% con il Ftse 100 a 6.118 punti.

C’è attesa per la discussione odierna della Commissione sul piano anticrisi per l’Ue e per il Recovery fund, con gli investitori che si aspettano che l’Europa si muova compatta per gestire l’emergenza, dopo le indecisioni e le discussioni delle scorse settimane.

In Asia la Borsa di Tokyo guadagna in chiusura lo 0,7% con l’indice Nikkei che si porta a 21.419 punti.

A Piazza Affari pesante Nexi, che fatica a entrare agli scambi in Borsa e resta nella fase preapertura, poi scambia e apre a -6,04%. Si è chiuso il collocamento da parte di Mercury,
l’azionista di controllo, di un pacchetto di 55 milioni di azioni pari all’8,8% del capitale. La quota è stata ceduta per un controvalore di 781 milioni. Bene le banche, con Unicredit e Intesa Sanpaolo oltre il mezzo punto percentuale, sale anche Pirelli (+1,3%). Atlantia +0,8%.

I prezzi del petrolio americano restano ancorati sopra i 34 dollari al barile nonostante la frenata rispetto alla corsa di ieri. Il Wti perde 28 centesimi portandosi a 34,07 dollari al barile dopo il +3,3% segnato ieri sera, mentre il Brent indietreggia dello 0,7% a 35,92 dollari.

Euro in calo sul dollaro in avvio delle contrattazioni: la moneta unica europea passa di mano a 1,0961 (-0,2%). Leggero rialzo invece sullo yen a 117,85 (+0,22%).

Lo spread Btp/Bund apre a 202 punti base, con il rendimento decennale benchmark indicato a 1,59%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.