Prorogata l’allerta gialla per piogge diffuse e temporali sulla Liguria. Lo comunica Arpal alla luce delle nuove uscite dei modelli meteo.

Questa la scansione oraria: Ponente ed entroterra di centro Ponente (Zone A, D) fino alle 18 di oggi lunedì 11 maggio.

Centro ed entroterra di centro Levante (Zone B, E) fino a mezzanotte di oggi.

Levante (zona C) fino alle 3 di domani, martedì 12 maggio.

In tutte le zone sono interessati dall’allerta i bacini di piccoli e medi; sono in allerta gialla solo i bacini grandi della zona A fino alle ore 16 di oggi.

Da ieri sera le piogge bagnano un po’ tutta la Liguria con minore interessamento, finora, del Levante regionale.

Cumulate ultime 24 ore

Le precipitazioni più significative, generalmente moderate, localmente forti, si registrano nel centro Ponente con cumulate (aggiornate alle ore 11.45) da inizio evento di: 128 millimetri a Passo Ghimbegna, 125 a Triora, 114.4 a Poggio Fearza, 110.8 a Sella di Gouta, 109.2 a Colle di Nava, 107.6 a Pornassio, tutte nell’imperiese. Segue Barbagelata (Lorsica, Genova) con 130.2, millimetri e poi stazioni del savonese: 102.4 al Colle del Melogno, 102 a Piampaludo (Sassello) , 97.8 a Alto Madonna del Lago). In provincia di Genova oltre a Barbagelata 95 millimetri a Prai (Campo Ligure), 73.8 a Viganego (Bargagli). A Levante 58.8 millimetri a Sella Giassina (Neirone, Genova) mentre, nello spezzino, da mezzanotte, Cuccarello (Sesta Godano) ha raccolto 24.6 millimetri.

Per le cumulate orarie vanno segnalati i 39.2 millimetri di Passo Ghimbegna (Triora, Imperia) dove, tra le 8 e le 8.15 sono caduti 13 millimetri. A Triora registrati 33.6 millimetri in un’ora, a Ventimiglia 33. Le precipitazioni hanno innalzato i livelli idrometrici dei corsi d’acqua di Ponente (Roya, Nervia, Argentina, Impero, Centa) , soprattutto nelle parti medio basse, con l’Argentina che, a Montalto Carpasio, ha superato la prima soglia rientrando poi rapidamente. I venti sono forti meridionali con raffiche di burrasca: a Tanadorso (Ronco Scrivia, Genova), toccati i 119.5 km/h, a Fontana Fresca (Sori, Genova) 116.6 mentre a Genova raffica massima di 87.5 km/h a Punta Vagno.

Il fronte vero e proprio sta, dunque, attraversando la regione (con una prima attenuazione dei fenomeni sul centro Ponente) ed è seguito da aria instabile che favorirà ancora rovesci e temporali forti che, sul centro Levante, potranno insistere fino alla sera e le prime ore della notte. L’instabilità, seppur attenuata, sarà presente anche nella giornata di domani, martedì 12 maggio. I venti continueranno ad essere forti meridionali con raffiche di burrasca mentre il mare sarà agitato per onda da Sud-Sud Ovest, su tutte le zone fino a domattina sul Levante.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla
D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La sala operativa regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.
In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito www.allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria).
Sulla pagina Facebook post con immagini, grafici e dati.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.