Giuseppe Danesi va in pensione oggi e lascia la carica di amministratore delegato di Psa Italia dopo 19 anni di servizio.

«Sotto la sua guida – si legge in una nota della società – Psa Genova Pra’ ha intrapreso un programma di potenziamento e di investimenti volto a trasformare il terminal in una struttura pronta per affrontare le sfide future, mentre Vecon ha saputo costruirsi una solida reputazione a servizio del mercato veneto».

Danesi «resterà membro del consiglio di amministrazione delle entità italiane. Come tale, continuerà a rappresentare le unità di business all’interno delle diverse organizzazioni di categoria e a coltivare i rapporti con i vari stakeholder».

Precedentemente conosciuto come Voltri Terminal Europa, Psa Genova-Pra’ è il maggior terminal contenitori del Nord Tirreno e del porto di Genova. Circa il 60% dei contenitori del Porto di Genova sono movimentati dal terminal Psa Genova-Pra’.

Psa Genova-Pra’ dispone di un organico di 656 dipendenti e può servire contemporaneamente due meganavi portacontainer (fino a 20,000 TEUs ciascuna), accogliere oltre 1.500 TEUs reefer, 120 treni a settimana e 2.400 camion al giorno. Dalla data dell’acquisizione del terminal nel 1998, Psa ha investito circa 600 milioni di euro per la crescita e sviluppo del terminal.

Psa International è uno dei principali operatori terminalistici mondiali, ha partecipazioni in 40 terminal portuali in Asia, in Europa e nelle Americhe con quartier generale nei Terminal di Psa Singapore ed Psa Anversa.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.