Giglio Group ha siglato un accordo quadro semestrale con Confindustria per la fornitura di dispositivi di protezione individuale, tra cui le mascherine KN65 – FFP2 – CE, a tutte le aziende associate. Ciò consentirà alle aziende di dare continuità operativa alle attività produttive garantendo, contestualmente, la massima tutela per la salute dei lavoratori. Giglio Group ha momentaneamente convertito alcune piattaforme digitali e linee logistiche destinate al fashion utilizzando la propria logistica nella Free Trade Zone di Shenzhen, la sede di Shanghai, nonché le relazioni consolidate con le autorità cinesi, per assistere le aziende italiane.

La fornitura sarà avviata con le mascherine KN65 – FFP2 – CE, ovvero dispositivi di protezione dotati di filtri, le più indicate per la protezione da virus, perché pensate per proteggere le vie respiratorie di chi le indossa, a differenza delle mascherine chirurgiche, essenzialmente progettate per filtrare l’aria che espiriamo. L’accordo prevede inoltre la fornitura di mascherine chirurgiche, gel igienizzante per le mani e altri presidi sanitari utili alle aziende, non solo in questo momento di emergenza sanitaria, ma anche e soprattutto per il lungo periodo a seguire che imporrà abitudini e comportamenti prudenziali.

La struttura di Giglio Group garantisce non solo l’approvvigionamento, ma la gestione logistica, il trasporto e lo sdoganamento dei prodotti, rendendo possibile il pagamento direttamente alla consegna. Tutte le imprese interessate alle forniture potranno fare richiesta inviando un’e-mail all’indirizzo: salute@giglio.org

L’accordo si inserisce nell’ambito delle attività del Programma Gestione Emergenze di Confindustria, in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile, che consente un rapido e sicuro sdoganamento dei prodotti sanitari in arrivo dall’estero, senza rischio di requisizione.

Alessandro Giglio

L’intesa prevede che anche le aziende che non svolgono attività di pubblico servizio possano acquistare mascherine di protezione, senza problemi di sdoganamento. In segno di solidarietà verso il Paese, le aziende devolveranno alla Protezione civile il 20% dell’ordine complessivo, così godendo delle agevolazioni fiscali previste dal recente decreto.

Alessandro Giglio, chairman e ceo di Giglio Group così commenta l’accordo: «È necessario pensare ora alla ripresa, poiché quando le aziende riapriranno l’emergenza non sarà finita. L’accordo odierno è molto importante perché assicura la loro operatività in un’ottica di lungo periodo, nel rispetto dell’obbligo di dotare tutti i lavoratori dei dispositivi di sicurezza personale. Giglio Group è al fianco delle imprese italiane» .

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.