La piccola e media impresa non potranno reggere ancora per molto tempo a questa situazione di blocco determinata dall’emergenza Coronavirus. Lo dichiara in un’intervista all’Ansa Carlo Robiglio, presidente della Piccola Industria di Confindustria.

E avverte: «Bisogna che per fine aprile- inizio maggio inizi almeno la fase due per una serie di attività. Nella trincea dei piccoli e medi imprenditori c’è la consapevolezza del rischio di non poter riavviare l’impresa, di non poter garantire i posti di lavoro in futuro».

«Ma c’è anche la sensazione di «sentirsi soli, non compresi, messi sul banco degli imputati», molti imprenditori, ha detto Robiglio, hanno vissuto questo malissimo , «È stata la cosa più brutta di questi giorni difficili».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.