È previsto per oggi intorno alle 13 l’arrivo nel porto di Genova di Costa Deliziosa, ritardato rispetto alle previsioni iniziali a causa delle condizioni meteo marine. Non appena attraccata, a bordo della nave salirà il personale della Sanità marittima con Asl3 per tutte le verifiche del caso e per il trasferimento presso l’Istituto di Medicina legale della salma della donna deceduta a bordo per l’effettuazione del tampone in modo da escludere definitivamente il contagio da Coronavirus. È quanto deciso durante la riunione in videoconferenza che si è svolta questa mattina, alla presenza dei vertici di Costa, dei rappresentanti del Dipartimento nazionale di Protezione civile e dell’assessore regionale Giacomo Giampedrone.

Oggi pomeriggio inizieranno anche gli sbarchi protetti dei passeggeri: oggi è prevista la partenza di 540 persone a cui se ne aggiungeranno ulteriori 897 nella giornata di domani. Si tratta principalmente di italiani ed europei che saranno accompagnati nelle città di provenienza con pullman dedicati.

«Non risultano casi di Covid-19 a bordo né persone in isolamento – spiega Giampedrone – e questo consente di accelerare al massimo le operazioni. Se tutto andrà come abbiamo programmato, entro domani torneranno a casa 1437 passeggeri su 1631 complessivi che sono a bordo. Per gli altri, come per i membri dell’equipaggio, verranno organizzati voli charter per il rientro nei paesi d’origine. Al termine delle operazioni, è stato concordato che rimanga a bordo il minor numero possibile di persone, indispensabili per il funzionamento della nave».

Il tavolo per il coordinamento degli interventi tornerà a riunirsi nella mattinata di domani, giovedì 23 aprile.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.