La Borsa di Milano apre tentando il rimbalzo: Ftse Mib a +1,7% in avvio. Solo Snam in ribasso nel listino principale (-0,29%), a guidare i rialzi Stmicroelectronics (+3,82%), Nexi (+3,64%) e Banca Generali (+3,63%).

Le Borse europee hanno aperto in positivo. Francoforte registra un +1,37% con il Dax a quota 10.420 punti. Parigi +1,12% con il Cac 40 a 4.402 punti mentre Londra è a +0,59% con il Ftse 100 a 5.630 punti.

Borse asiatiche in calo con Tokyo che lascia sul terreno l’1,33%. A pesare sui listini il crollo fatto segnare dalla produzione industriale e le vendite al dettaglio negli Stati Uniti mentre prosegue l’incertezza in Giappone sulla fase di prolungata emergenza dettata dalla pandemia del coronavirus.

Tra i dati di oggi si attende l’inflazione in Germania di marzo e, soprattutto, l’indice Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche. Poi altra raffica di dati dagli Stati Uniti, con le richieste settimanali di sussidi disoccupazione, le licenze edilizie di marzo e l’indice Philadelphia Fed (manifatturiero) di aprile.

Il prezzo del petrolio resta sotto i 20 dollari. Il barile Wti perde lo 0,3% a 19,81 dollari dopo essere arretrato ieri dell’1,2%. Il Brent è invece in controtendenza, con un recupero dello 0,7% rispetto alla caduta di ieri del 6,5%, a 27,89 dollari al barile.

Nei cambi euro in calo sul dollaro questa mattina. La moneta unica vale 1,0885 dollari (-0,22%) ed arretra anche nei confronti dello yen a 117,40 (-0,18%).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto a 230 punti base, in diminuzione rispetto a ieri. Il rendimento è a +1,82%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.