La Borsa di Milano, dopo la pausa per le festività pasquali, ha aperto a +1,14% con il Ftse Mib a 17.821 punti. Nel listino principale guadagna Diasorin (+7,2%), seguita da Nexi (+3,66%) e Amplifon (+3,44%). In ribasso Unicredit (-1,55%) e Azimut Holding (-1,1%).

Apertura in rialzo per le principali Borse europee nella prima seduta della settimana.
Parigi guadagna l’1,04% a 4.553 punti, Francoforte l’1,6% a 10.733 punti e Londra lo 0,43% a 5.868 punti.

Nei mercati asiatici Borse vivaci con chiusure ampiamente positive: Tokyo ha terminato la seduta a +3,13%. A dare slancio al listino il comparto tecnologico che beneficia delle nuove procedure sulla distanza sociale di sicurezza, a fronte dell’espansione della pandemia del coronavirus.

Prezzo del petrolio in crescita sui mercati che guardano alla tenuta dell’accordo siglato domenica dall’Opec+ per ridurre di quasi il 10% le forniture petrolifere globali e che mette fine alla guerra dei prezzi fra Arabia Saudita e Russia. Il greggio Wti sale dello 0,45% a 22,52 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord segna un aumento dello 0,82% a 32 dollari.

Nei cambi avvio in rialzo per l’euro-dollaro Usa che sale dello 0,19% a 1,09 dollari. L’euro-yen sale a 117,69 (+0,14%).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto a 191 punti base per poi schizzare a 200. Il rendimento è a +1,65%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.