Rimbalzano in alto le borse europee, che chiudono sui massimi di giornata, spinte dalle notizie del piano da 2 mila miliardi di dollari degli Usa per dare sostegno all’economia e dal Quantitative easing illimitato lanciato dalla Federal Reserve e in scia alle borse asiatiche, in rialzo dopo la revoca delle restrizioni nella provincia cinese dell’Hubei, primo epicentro del coronavirus, e la diffusione del dato di un +10% dell’export coreano nei primi 20 giorni di marzo.

Francoforte segna +10,9%, Londra +9,05%, Parigi +8,39%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share +8,33% e Ftse Mib +9,93%, lo spread Btp/Bund a 10 anni ha chiuso su 189 punti base (variazione -2,16%, rendimento Btp 10 anni +1,57%, rendimento Bund 10 anni -0,33%) da 194 pb della chiusura precedente

A Piazza Affari forte rialzo di Exor (+21,6%), alla vigilia dei conti 2019. Bene anche Nexi (+17%), Eni (+14,93%), Buzzi (+14,69)

Sul Forex euro a 1,0795 dollari (1,0834 in avvio), e a 120,355 yen (119,94), dollaro a 111,499 yen (110,64).

In recupero il prezzo del petrolio, con il contratto consegna maggio sul Wti a 23,72 dollari al barile e contratto di pari scadenza sul Brent del Mare del Nord a 27,42 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.