«La Regione aiuti i Comuni liguri nella raccolta dei rifiuti per i soggetti positivi al Coronavirus o in quarantena: l’attuale ordinanza della giunta impone alle civiche amministrazioni di rivolgersi a ditte specializzate per questo tipo di smaltimento speciale, ma le amministrazioni da sole non ce la fanno e hanno bisogno di un supporto economico». A chiederlo con un’interrogazione è il gruppo del Pd in Regione Liguria.

«L’Istituto superiore di Sanità – si legge in una nota del Pd – raccomanda ai soggetti positivi al Covid-19 o in quarantena di interrompere la raccolta differenziata e di conferire i rifiuti tutti insieme, utilizzando almeno due sacchetti uno dentro l’altro, per isolare il più possibile la spazzatura. Il Piemonte ha seguito queste indicazioni. Mentre la Liguria ha preferito percorrere un’altra strada e cioè chiedere ai Comuni di rivolgersi a ditte specializzate e abilitate a raccogliere e smaltire una tipologia così particolare di rifiuti (visto che vengono prodotti da persone affette dal Coronavirus). Una pratica che però risulta assai onerosa per le amministrazioni. Se la giunta non vuole modificare la propria ordinanza e seguire, come il Piemonte, le procedure più semplici e meno onerose indicate dall’Istituto superiore di Sanità, valuti di coprire i costi sostenuti dai Comuni per la raccolta, attingendo ai fondi messi a disposizione del decreto Cura Italia del Governo».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.