Dopo tre giorni di attività preparatorie, è stato completato con successo il sollevamento in quota della terza e ultima maxi-campata tra le pile 10 e 11 (ne abbiamo parlato qui).

Il modello fast track adottato nel cantiere del nuovo ponte di Genova permette di lavorare in parallelo nei diversi cantieri creati nell’area per la realizzazione di sottofondazioni, fondazioni ed elevazione delle pile.

Grazie a questo modello nei giorni precedenti nell’area sono state assemblate le varie parti dell’impalcato con una sorta di “stabilimento mobile” che ha consentito di portare a termine e di gestire le delicate operazioni di movimentazione e sollevamento in quota anche dell’ultimo impalcato da 100 metri.

In parallelo nel cantiere si stanno organizzando le operazioni per la preparazione della soletta del ponte per poter riconsegnare l’opera alla città in tempi record.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.