Banco Bpm ha stanziato un plafond di 3 miliardi di euro per sostenere il tessuto economico del Paese colpito duramente dall’epidemia coronavirus. Al plafond potranno aderire aziende appartenenti a tutti i settori di attività economica senza limiti dimensionali di fatturato e operatori del terzo settore.

Nella valutazione delle richieste, che seguiranno un iter accelerato, si darà priorità a chi opera in quei settori di attività e in quelle filiere produttive che hanno subito un maggior impatto dall’emergenza o che sono direttamente coinvolte nella gestione della stessa. In particolare, le aziende potranno richiedere un finanziamento a condizioni economiche di
particolare favore della durata fino a 24 mesi con un pre-ammortamento, compreso nella durata complessiva, fino a 9 mesi.

Il plafond rientra nell’ambito di un’attività più ampia di sostegno alla clientela e ai territori che Banco Bpm sta realizzando anche in coordinamento con le iniziative di sistema (per esempio, il supporto alle esigenze derivanti dalle prossime scadenze di pagamento) e per il tramite delle proprie fondazioni Banca Popolare di Lodi, Creberg, Banco San Geminiano e San Prospero e dall’Associazione Popolare Crema per il territorio.

«Con la costituzione di questo plafond da 3 miliardi di euro − dichiara Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Banco Bpm − intendiamo offrire un aiuto concreto a supporto della liquidità delle aziende, duramente colpite dall’emergenza, con l’obiettivo di sostenerne l’attività per tutto il tempo che sarà necessario, anche attraverso le ulteriori iniziative che si renderà utile definire».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.